venerdì 27 dicembre 2013

rossetto e cioccolato




io, femmina.
di nuovo da lì si parte. perchè questa volta non sia solo un punto di inizio, ma il traguardo finale.
femmina nei sentimenti, nelle emozioni, nelle lacrime, nei difetti, nel saper dare e prendere.


si fa così, per cominciare il gioco, e ci si mastica poco a poco.

rossetto, rosso, da femmina.
per ricordarmelo, che sono femmina. una di quelle cose che troppo spesso ho dimenticato, come di chiudere la macchina, di buttare la spazzatura e portare il certificato medico in palestra ad inizio anno.

rossetto rosso, da scena.
per rafforzare quella maschera, che mi protegge e mi fortifica. da levare solo con chi merita di vedermi nuda.

rossetto rosso, da sera.
per l'evento più importante di tutti: la mia vita.

rossetto rosso, da stronza.
per riprendermela, quella vita.


sarà bello, bellissimo, travolgente, lasciarsi vivere totalmente
dolce, dolcissimo e sconveniente, coi bei peccati succede sempre.

cioccolato.
fondente nerissimo da intenditori.

cioccolato.
da andarci in trip con tutte quelle endorfine.

cioccolato.
da mordere, da scrocchiolare sotto ai denti e da lasciar squagliare in bocca.

cioccolato.
da sporcarcisi così bene, che mai dimenticherai di averlo mangiato.



si fa così, è tutto apparecchiato
per il cuore e per il palato.

Nessun commento:

Posta un commento