venerdì 4 aprile 2014

Ho conosciuto una persona

Ho conosciuto una ragazza che si mangiava le unghie dei piedi.
Ho conosciuto un uomo che scaricava porno da conservare in caso di guerra.
Ho conosciuto una donna che ha avuto il coraggio di andarsene.
Ho conosciuto una donna che ha avuto il coraggio di restare.

Ho conosciuto una bambina che si tolse la vita dopo avermi detto "Michi ho finito le lacrime, ho paura".
Ho cosciuto un uomo che ha inscenato un funerale per una scopata in più.
Ho conosciuto una persona che mangiando il gelato si sporcava anche la schiena.
Ho conosciuto chi per sei volte ha detto "questo giuro che è l'ultimo".
Ho conosciuto una ragazza che mangiava pop corn mentre guardava film porno.

Ho conosciuto un uomo che mi mandava ogni mattina una foto della sua scopata della sera prima, e non ho mai capito se lo facesse per me o per se.
Ho conosciuto un ragazzo ha rinunciato a scopare un gran bel pezzo di gnocca perché lui era meglio di così (ed era vero).
Ho conosciuto un uomo che ha dovuto scopare un mostro per salvarsi.

Ho conosciuto una ragazzina che ha affogato nel cibo il vuoto dell'infanzia.
Ho conosciuto un uomo che ha voluto la foto della moglie morta.
Ho conosciuto una donna che ha saputo fare un plastico con le lacrime usate come una colla.
Ho conosciuto un bambino che mi ha detto "vorrei cancellare tutto".
Ho conosciuto chi ha avuto paura di me.

Ho conosciuto una ragazza che si levava i baffi dormendo con il nastro adesivo.
Ho conosciuto una donna che ha conservato i soldi per il funerale.
Ho conosciuto un uomo che ha pianto mesi, per riuscire a scrivere una lettera.
Ho conosciuto chi comprava vestiti che aveva già comprato, senza aver mai levato le etichette.

Malgrado tutto, amo o ho amato ognuna di queste persone, perchè sono quelle che mi hanno lasciato qualcosa dentro.
Me inclusa.

14 commenti:

  1. Risposte
    1. Già. Ma la maggior parte sono stranezze innocue, e chi di noi non ne ha una?

      Elimina
    2. meglio non conoscere mai qualcuno che si toglie la vita, non è innocuo per chi resta e tanto meno per chi va

      Elimina
    3. Solo due tra quelle elencate sono storie davvero drammatiche, le altre sono persone che raccomanderei a chiunque per tutto il buono che mi hanno lasciato dentro, o che ancora mi lasciano ogni giorno.

      Elimina
  2. Alcune cose mi hanno scosso.
    Tipo la bambina che si è tolta la vita, il bambino che avrebbe voluto cancellare tutto e la persona che ha inscenato il funerale a quello scopo.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prima è l'unica, tra quelle che ho elencato ad essere irreversibile. Meriterá un post a parte, quando sarà il momento. Eravamo bambine insieme in fondo, non è facile per me raccontarlo con gli occhi di un'adulta.
      Il secondo era un uomo adulto. Un uomo che era bambino in quel momento. Ma è una storia finita molto bene.
      La terza è una storia vera che spiega quanto faccia male aver visto troppi film, e avere molti soldi o molto tempo libero. Ma in fondo ora è solo una storia molto divertente da raccontare dopo qualche bicchiere.

      Elimina
    2. Mi dispiace un sacco per quella bambina.
      Non è mai giusto quando accade ciò, e tutto dovrebbe invece risolvere molto bene, da poterlo raccontare dopo qualche bicchiere.

      Moz-

      Elimina
    3. Il rischio è darsi al bicchiere proprio per quelle che non si risolvono...

      Elimina
  3. Uno spaccato di mondo. Che taglia, graffia e riempie.

    RispondiElimina
  4. li ho contati: ventuno.
    il che significa che nel mondo ci sono ventun storie, vere, tristi forse, ma certo belle, che cominciano con qualcuno che incontra te, non male, no?
    verrebbe voglia di cercarle tutte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà, magari qualcuno lo conosci anche...

      Elimina
    2. Eh ma sai, il mondo è molto piccolo a volte. Potresti trovartelo in fila alle poste e non saperlo riconoscere.

      Elimina
  5. forse, e forse qualcuno non vorrei mai conoscerlo.
    ;)

    RispondiElimina