sabato 15 ottobre 2016

Caleidoscopio

Sono fatta per metà delle volte in cui ho pensato che per lottare dovessi tirar fuori unghie e denti, a costo della vita,  e per metà delle volte in cui ho pensato che perdere per perdere, tanto valeva stare seduta e non stancarmi nemmeno, un pizzico delle volte in cui ho gridato chiedendo la verità e un pizzico delle volte in cui ho pianto pensando che avrei preferito non saperla.

Bevo tisane calde, bollenti 12 mesi all'anno e mi illudo di scaldare un corpo a sangue freddo. Faccio progetti, pensando a un futuro come se fosse vero ora e dimenticandomi per un po' del presente. Ho paura,  guardo vecchie foto sbiadite, sorrido, piango. Poi mi siedo sulla mia seggiolina in legno di quando ero bambina e guardo dentro il caleidoscopio, sento quel tictic che fanno i pezzetti colorati che si spostano e respiro a tempo.


2 commenti: